L'ambulatorio sociale

 

L'ambulatorio sociale: consultorio e centro studi di medicine non convenzionali.

Un servizio di accoglimento e sviluppo di quella domanda legata alla salute che emerge sia dalla costante migrazione di persone di altri continenti e culture, abituate ad altre forme di cura, che da gran parte della popolazione italiana che usa le cosiddette medicine non convenzionali: omeopatia, agopuntura, ecc..

All’interno del centro s’intende offrire un servizio di cure non allopatiche che risponda a questa crescente domanda, con specialisti dalla professionalità indiscussa che condividono questa logica progettuale “di restituzione“ e, proprio per questo, diventi luogo di studi, di informazione alla cittadinanza, di approfondimento su queste tematiche.

 

Perchè le MNC


Le Medicine non convenzionali sono le pratiche mediche che più si adattano a questo impianto filosofico, poiché partono da una visione olistica e sistemica dell’individuo, cioè considerano la persona nella sua totalità e nell’insieme delle sue relazioni.

Le Mnc comprendono oltre un centinaio di differenti discipline accomunate dalla concezione di salute come stato di equilibrio dinamico tra forze opposte e di malattia come stato di squilibrio energetico, sociale e fisico. L’approccio scelto dai seguaci delle mnc concepisce la terapia come rinforzo delle energie costruttive.

A differenza della medicina allopatica – per cui il percorso terapeutico comporta una visione del paziente come fruitore ed esecutore passivo delle decisioni del medico - è prevista una partecipazione attiva del paziente che diviene protagonista del processo terapeutico.

E’ evidente come, su questo terreno, sia possibile impiantare una visione sociale della salute, che non è solo pubblica, ma del singolo nelle sue relazioni con la società

Particolare menzione va rivolta alle medicine tradizionali che costituiscono un patrimonio culturale ricchissimo e che possono diventare un canale privilegiato di integrazione e di percorsi di cittadinanza.

Il Centro studi vuole essere un luogo in cui si incontrano e si confrontano approcci e discipline, col duplice scopo di arricchire il punto di vista di chi opera nell’ambito della salute e di promuovere un diverso modo di intendere la cura di sé, al fine di restituire centralità al soggetto della salute perché si riappropri del proprio corpo e della propria storia, della responsabilità del proprio bene-stare, della consapevolezza del rapporto con se stesso, con gli altri e con l’ambiente.Immaginiamo conferenze aperte al pubblico e convegni-seminari di studio per gli addetti ai lavori, la costituzione di una biblioteca e di una emeroteca, con possibilità di consultazione.